Comune di Albaredo d'Adige

SUAP

Sportello Unico Attivita Produttive - S.U.A.P.

   

Dal 1° gennaio 2014, in osservanza con quanto disposto dal D.P.R. 160/2011 tutte le pratiche relative alle attivita produttive, dovranno  essere esclusivamente presentate in via telematica con allegati file PDF firmati digitalmente attraverso lo  sportello telematico.

Per quanto attiene all'edilizia produttiva, per consentire ai professionisti un graduale passaggio alla nuova modalita di presentazione verra consentita la presentazione in modalita cartacea fino alla data del 31/05/2014.

Cos'e lo Sportello Unico

Lo Sportello Unico per le Attivita Produttive (S.U.A.P.) rappresenta l'unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti relativi:


Il S.U.A.P. e''unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attivita produttiva e provvede altresi all'inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni interessate, le quali adottano analoghe modalita telematiche di ricevimento e trasmissione.

Il S.U.A.P. trasmette al richiedente tutte le documentazioni, atti autorizzatori, nulla osta, pareri, anche a contenuto negativo, di competenza degli altri uffici comunali o delle altre pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento.

Il Comune di Albaredo d'Adige ha istituito lo Sportello Unico per le Attivita Produttive in convenzione con la Camera di Commercio di Verona.

 

Cosa fa lo Sportello Unico

Il Suap:

Come si accede

Il portale"Impresainungiorno.gov"consente l'accesso ai servizi di rete per gli adempimenti di impresa su tutto il territorio italiano, compreso l'ambito degli enti locali che ancora non risultano accreditati sui nuovi requisiti informatici, previsti dalla riforma per i SUAP.

http://www.impresainungiorno.gov.it/

Su questo portale, l'imprenditore (o persona delegata) puo compilare la segnalazione o istanza di procedimento ordinario, predisporre gli allegati necessari in un percorso guidato che, tramite verifica della completezza della documentazione predisposta e delle firme digitali apposte, consente di ottenere i file "formalmente corretti", da impiegare per il completamento dell'iter di presentazione.

L'istituto del "S.U.A.P." e regolato dal D.P.R. 7 settembre 2010, n.160 che individua un solo canale tra imprenditore e amministrazione, con l'obbiettivo di eliminare ripetizioni istruttorie e documentali.

Di conseguenza, si ritiene utile fornire alcune indicazioni operative per i tecnici professionisti (commercialisti, architetti, ingegneri e geometri) al fine di non incorrere in spiacevoli ridondanze burocratiche.

Il regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina dello sportello prevede due procedimenti:

- il procedimento automatizzato di cui al Capo III del D.P.R. 7 settembre 2010, n.160;

- il procedimento ordinario di cui al Capo IV del D.P.R. 7 settembre 2010, n.160.
 

Il procedimento automatizzato riguarda i casi di avvio di un'attivita produttiva o di prestazione di servizi ovvero la realizzazione di opere in ambito edilizio che ricadano nella disciplina della S.C.I.A. ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990 n. 241 e come precisato dall'articolo 5 del D.L. 13 maggio 2011, n. 70 convertito in legge 12 luglio 2011, n. 106 .

Sono riconducibili alla segnalazione certificata di inizio attivita, e pertanto e possibile avviare l'intervento o l'attivita alla data di presentazione:

- gli interventi edilizi precedentemente compiuti con denuncia di inizio attivita (DIA) ai sensi del Decreto del presidente della Repubblica 6 giugno 2001 n. 380;

- le autorizzazioni, licenze, permessi o nulla osta comunque denominati ( es. subingresso, esercizi di vicinato , ecc);

- le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l'esercizio di attivita imprenditoriali, commerciale o artigianale;

mentre sono esclusi dalla sua applicazione:

- i casi in cui sussistono vincoli ambientali paesaggistici o culturali (oltre agli atti d'assenso per il centro storico) per i quali deve essere attivato apposito procedimento preventivo;

- gli atti rilasciati dalle amministrazioni preposte alla difesa nazionale, alla pubblica sicurezza, all'immigrazione, all'asilo, alla cittadinanza, all'amministrazione della giustizia, all'amministrazione delle finanze;

- gli atti imposti dalla normativa comunitaria;

- le attivita economiche a prevalente carattere finanziario, comprese quelle regolate dal testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.
 

Il procedimento ordinario e previsto nei casi in cui non e possibile ricorrere all'istituto della segnalazione certificata di inizio attivita S.C.I.A.; quindi le relative istanze da presentarsi allo sportello unico sono riconducibili alle :

- le autorizzazioni commerciali di medie o grandi strutture di vendita di cui alla legge regionale 13 agosto 2004, n.15;

- autorizzazione per nuove aperture o trasferimenti di cui alla legge regionale 21 settembre 2007, n. 29;

- istallazione ed esercizio di impianti di carburante di cui alla legge regionale 23 ottobre 2003, n23;

- aperture di sale giochi;

- apertura dei punti di vendita della stampa di cui al decreto legislativo 24 aprile 2001 n.170;

- pratiche edilizie riconducibili al rilascio di un permesso di costruire di cui al 6 giugno 2001 n. 380 per l'edilizia produttiva ovvero i interventi edilizi per i quali e necessario acquisire intese, nulla osta, concerti o assensi di diverse amministrazioni pubbliche;

- pratiche paesaggistiche di cui al D.Lgs 22 gennaio 2004, n.42.

Lo sportello nei trenta giorni successivi richiedere l'eventuale documentazione integrativa alla ditta; trascorso senza azioni questo termine, la richiesta si intende correttamente presentata. Verificata la completezza della documentazione il SUAP adotta il provvedimento conclusivo entro i successivi trenta giorni o indice una conferenza di servizi.
 

Il provvedimento conclusivo del procedimento e titolo unico per la realizzazione dell'intervento e per lo svolgimento delle attivita richieste.

Sono esclusi dall'ambito di applicazione del regolamento gli impianti e le infrastrutture energetiche, le attivita connesse all'impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti e di materie radioattive, gli impianti nucleari e di smaltimento di rifiuti radioattivi, le attivita di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi, nonché le infrastrutture strategiche e gli insediamenti produttivi di cui agli articoli 161 e seguenti del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.

Alla chiusura dei lavori la ditta puo decidere :

- di richiedere il certificato di agibilita ai sensi dell'articolo 25 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al DPR 6 giugno 2001, n. 380;

- di comunicare allo sportello unico l'ultimazione dei lavori, trasmettendo la dichiarazione del direttore dei lavori con la quale si attesta la conformita dell'opera al progetto presentato e la sua agibilita e nei casi previsti dalla normativa vigente, il certificato di collaudo effettuato da un professionista abilitato si sensi dell'articolo 10 del D.P.R. 7 settembre 2010, n.16.

 

Sede

Indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele 1 - Albaredo d'Adige c/o sede municipale
Resp. del SUAP: Molinaroli arch. Massimo tel. 045.6608044
Responsabile  parte  commercio: Polo Ermanno tel. 045.6608036
Responsabile parte edilizia: Molinaroli arch. Massimo tel. 045.6608044