Comune di Lusia

Agevolazione tariffaria sui mezzi di trasporto pubblico LR 19/1996

Pubblicata il 10/02/2016

E' possibile inoltrare anche quest'anno la richiesta per ottenere agevolazioni tariffarie per l'utilizzo dei mezzi di trasporto locali. 
La Provincia di Rovigo ha comunicato, i nuovi parametri reddituali relativi all'anno 2016 al fine di poter rilasciare agevolazioni sull’acquisto di abbonamenti settimanali e mensili per l'utilizzo di  autobus urbani ed extraurbani.
La domanda deve essere presentata al Comune di Lusia, tramite il modulo allegato, assieme a 2 fotografie recenti in formato tessera, retrofirmate, la documentazione attestante il possesso dei requisiti di cui alla Legge Regionale 19/1996, fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore. 
I casi previsti per le agevolazioni sono i seguenti: 
Nel caso degli invalidi civili, l'agevolazione spetta se:
il richiedente percepisce un trattamento economico di invalidità riconosciuto (con esclusione dell'eventuale indennità di accompagnamento e del reddito della casa di abitazione), non superiore ad Euro 19.573,71=; tale importo è calcolato in base al mensile minimo INPS in vigore da gennaio 2016, (Euro 501,89=) ed in base alle modalità di cui all'art. 1 comma 6 della L.R. 19/1996.
Nel caso di pensionato coniugato, l'agevolazione spetta se:
  • il richiedente, di età inferiore al 70 anni, percepisce un trattamento economico non superiore al minimo INPS in vigore da gennaio 2016 (Euro 501,89=) e, contestualmente, se il cumulo dei redditi imponibili di entrambi i coniugi, al netto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e del reddito della casa di abitazione, non sia superiore ad Euro 13.049,14=;
  • il richiedente, di età su superiore ai 70 anni, percepisce un trattamento economico non superiore al minimo INPS in vigore da gennaio 2016 (Euro 638,33.=) e, contestualmente, se il cumulo dei redditi imponibili di entrambi i coniugi, al netto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e del reddito della casa di abitazione, non sia superiore ad Euro 16.596,58=
Nel caso di pensionato non coniugato, l'agevolazione spetta se:
  • il richiedente, di età inferiore ai 70 anni, percepisce un trattamento economico da pensione non superiore al minimo INPS in vigore da gennaio 2016 (Euro 501,39.=), con esclusione del reddito della casa di abitazione;
  • il richiedente, di età Superiore ai 70 anni, percepisce un trattamento economico da pensione non superiore al minimo INPS in vigore da gennaio 2016 (Euro 638,31.), con esclusione del reddito della casa di abitazione.
Per quanto riguarda gli invalidi civili, l’agevolazione viene riconosciuta solamente agli invalidi civili formalmente riconosciuti dalle Commissioni Mediche preposte che ne attribuiscono le eventuali percentuali. Non sono prese in considerazione le mere certificazioni rilasciate ai sensi della sola Legge 104/1992.
Si invita, infine a prestare particolare attenzione anche alla data di rilascio del certificato della Commissione medica, nonché ad eventuali date programmate per successive visite di revisione anche in considerazione della durata decennale della tessera. 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Modulo_Agevolazioni_2016.pdf 19.84 KB
Allegato Modulo_Agevolazioni_2016.doc 49 KB

Categorie Informative

Facebook Google+ Twitter