Comune di Lusia

La rampa del ponte sull'Adige riaprirā a fine settembre

Pubblicata il 26/07/2017

Molto probabilmente la rampa del ponte sull’Adige sarà aperta al traffico a fine settembre. In questi giorni numerosi cittadini chiedono informazioni a riguardo, anche perchè vedono che le ruspe e gli operai non sono a lavoro. A fornire spiegazioni in merito è il direttore dei lavori, ing. Luciano Anostini che afferma: «siamo fermi in quanto, perchè fino a quando i militari dell’Ufficio Bonifica Campi Minati del 5° Reparto Infrastrutture di Padova non avranno effettuato il sopralluogo e rilasciato il proprio nulla osta nessun soggetto o mezzo può accedere all’interno del cantiere. Purtroppo, nel frattempo, a fine maggio è uscita una nuova normativa riguardante la bonifica bellica e le modalità di presentazione degli elaborati al citato 5° Reparto Infrastrutture sono state definite da quest’ultimo solo nei giorni scorsi. Allo stato attuale delle cose, se non vi saranno ulteriori imprevisti il cronoprogramma assume la seguente configurazione tra la fine di luglio ed i primi di agosto è previsto il rilascio del Nulla Osta da parte del predetto Ufficio di Bonifica Bellica prima di ferragosto ci sarà la predisposizione del cantiere da parte della ditta esecutrice dei lavori di realizzazione del diaframma e  preliminare esecuzione del ringrosso arginale sulla banca a campagna in corrispondenza del ponte per Barbona. Dal 21 Agosto avvio effettivo dei lavori di realizzazione del diaframma, ad iniziare proprio dal punto in cui sono stati rinvenuti i residuati bellici (appunto la rampa di via Roma), in modo da sfruttare l’attuale chiusura del transito e non doverci tornare in un secondo momento causando una ulteriore ed inopportuna interruzione del traffico. Dal 18 settembre prevediamo la riapertura al traffico della rampa di via Roma. Ci dispiace e siamo consapevoli del disagio creato, ma deve credere che abbiamo fatto l’impossibile per cercare di attenuare al massimo i fastidi ai cittadini ed alle attività economiche locali. Come ben sappiamo Lusia è stata fortemente bombardata nell’ultimo conflitto mondiale e conseguentemente dobbiamo operare la bonifica bellica precauzionale prima di iniziare qualsiasi tipo di lavori». Nelle foto allegate Alcune delle decine di schegge di bomba d'aereo ritrovate ad oltre 7 metri di profondità sulla rampa di Via Roma, in materiale ferroso e di grandezza variabile tra i 70 ed i 35 cm e relative al bombardamento del 20 aprile 1945 ed una immagine del bombardamento la "mission 218" del 20 aprile 1945.

Facebook Google+ Twitter