Comune di Lusia

Gli alunni di quinta affrontano i temi dell'Olocausto

Pubblicata il 22/01/2018

Prosegue per i bambini di classe quinta della scuola Primaria “Otello Pighin” di Lusia, il progetto “Il sentiero della vita”. Gli alunni, guidati dalle loro insegnanti: Patrizia Stellin, Frida Crivellari, Maria Grazia Barella, Graziella Borghesan, il 12 e il 17 gennaio, si sono trattenuti a scuola anche il pomeriggio in orario pomeridiano, fino alle ore 16.30 per approfondire e confrontarsi con le insegnanti sulle complicate e importanti tematiche dell’Olocausto, delle Foibe, dello sterminio degli Ebrei e dei campi di concentramento e di sterminio. Argomenti senza dubbio impegnativi ma che gli studenti hanno affrontato con interesse. Hanno avuto modo di vedere nel pomeriggio del 12 gennaio un documentario-intervista a Liliana Segre , antifascista e reduce dei campi di sterminio da poco nominata Senatrice a vita, ed e il giorno 17 il film “La vita è bella” di Roberto Benigni. I ragazzi hanno dimostrato sempre grande interesse e partecipazione e si stanno preparando a relazionare la loro esperienza a tutti gli alunni della scuola, il giorno 27 gennaio, in occasione della “Giornata della memoria”. Queste alcune affermazioni al termite delle due giornate di studio: “E’ vero che noi non abbiamo vissuto quel periodo, ma la conoscenza della storia insegna anche a noi. Non si può e non si deve dimenticare quello che è successo. Noi saremo gli uomini e le donne del domani e questo non deve accadere di nuovo. La prossima tappa del progetto prevede una visita ai campi di concentramento di Fossoli in provincia di Modena in occasione del Giorno del Ricordo.


Facebook Google+ Twitter