Comune di Lusia

La classe quinta a Fossoli per ricordare le vittime delle persecuzioni

Pubblicata il 15/02/2018

Venerdì 9 febbraio gli alunni della classe V della scuola Primaria “Pighin” di Lusia hanno celebrato la Giornata della Memoria ed il Giorno del Ricordo facendo visita al campo di Fossoli vicino a Carpi (MO). Un luogo che è stato prima campo di concentramento e smistamento per gli ebrei e poi campo di "accoglienza" per gli esuli dall'Istria. Il campo di Fossoli dunque sunteggia due momenti tra i più tristi e drammatici della nostra storia italiana ed Europea. L’uscita didattica si è svolta con il contributo dell'Amministrazione Comunale, ed era inserita nell’ambito del progetto “Il sentiero della vita".
I ragazzi sono stati accompagnati dalle insegnanti Stellin, Crivellari, Barella e Borghesan. “E’ stato un viaggio breve ma intenso – hanno commentato i ragazzi - che ci ha fatto scoprire uno dei simboli del periodo più buio della storia del ‘900 dove noi abbiamo consolidato la preparazione fatta in classe riflettendo su come il "potere", attraverso metodi subdoli e ben studiati, possa ridurre milioni di esseri pensanti all'impotenza.
Là abbiamo riflettuto ancora una volta sulla vita e sulla morte per focalizzare l'attenzione sul valore della vita. Là abbiamo ascoltato storie di coraggio e fratellanza. Là abbiamo suonato "dal vivo",cantato e recitato commossi, le parole di Primo Levi con le nostre insegnanti e la guida Paola per dire forte e chiaro che comprendere è impossibile, ma conoscere è necessario. Ora siamo ancora più convinti che adesso tocca a noi trovare il coraggio di dire no, ogni giorno, a qualsiasi sopruso per meritarci di esistere in un mondo migliore. Dalle nostre maestre, in questo periodo, abbiamo imparato che la memoria è una cosa molto seria e che è un po’ come i campi, che se non si innaffiano dopo poco diventano sterpaglie”.


Facebook Google+ Twitter