Regione Veneto

Chi siamo

CONSIGLIO DI BACINO SINISTRA PIAVE
 
In data 4 dicembre 2014 si è costituito il Consiglio di Bacino Sinistra Piave, per effetto della sottoscrizione della “Convenzione per la costituzione e il funzionamento del Consiglio di Bacino Sinistra Piave afferente il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani nel bacino territoriale Sinistra Piave”, da parte dei rappresentanti di tutti i 44 Comuni costituenti il bacino: Cappella Maggiore, Cessalto, Chiarano, Cimadolmo, Cison, Codognè, Colle Umberto, Conegliano, Cordignano, Farra di Soligo, Follina, Fontanelle, Fregona, Gaiarine, Godega di Sant'Urbano, Gorgo al Monticano, Mansuè, Mareno di Piave, Meduna di Livenza, Miane, Moriago della Battaglia, Motta di Livenza, Oderzo, Ormelle, Orsago, Pieve di Soligo, Ponte di Piave, Portobuffolè, Refrontolo, Revine Lago, Salgareda, San Fior, San Pietro di Feletto, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, San Vendemiano, Sarmede, Segusino, Sernaglia della Battaglia, Tarzo, Valdobbiadene, Vazzola, Vidor, Vittorio Veneto.
Il Consiglio di Bacino “Sinistra Piave” è ente associativo ai sensi della L.R. 52/2013, costituito “con lo scopo di organizzare e affidare il servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani, nonché di svolgere le funzioni di programmazione e di controllo della gestione del servizio medesimo” (art. 3, comma 1 della Convenzione).
Il territorio, sul quale effettua il servizio integrato dei rifiuti il gestore SAV.NO s.r.l.., ha una popolazione di oltre 306.000 abitanti con circa 144.000 utenti.
 
torna all'inizio del contenuto