Carta d'Identità Elettronica

Nel Comune di Dolcè è attiva la nuova Carta d’Identità Elettronica (C.I.E.).
Per il suo rilascio bisogna presentarsi personalmente e portare in Comune:

  • 1 foto tessera recente

  • Tessera Sanitaria – Codice Fiscale

  • Carta d’Identità scaduta o deteriorata o in scadenza (nei 180 giorni precedenti) da consegnare allo sportello.
    In caso di deterioramento che non permetta di riconoscere il numero del documento, o di smarrimento o di furto, la denuncia presentata alle Forze dell'Ordine e un altro documento di riconoscimento in corso di validità (ad esempio patente di guida, passaporto) o due testimoni;

  • Attestazione di pagamento di euro 22.50 avvenuto esclusivamente a mezzo bonifico
    IBAN: IT59 O 05034 59440 000 000 031000
    Intestato a: COMUNE DI DOLCÈ
    Presso: Banco Popolare Società Cooperativa
    Causale: C.I.E. (Nome Cognome del titolare)

     

Alla presenza del richiedente l'Ufficiale di Anagrafe provvederà alla sua identificazione, alla raccolta dei dati (dati anagrafici, impronte digitali e firma) e all'invio al Ministero dell'Interno di essi.
In caso di minore è necessaria la presenza del minore e di chi esercita nei suoi confronti la patria potestà.
Se può esser presente un solo genitore è possibile presentare una delega da accompanare ad un documento d'identità dell'assente.
QUI IL MODULO

Contrariamente a quanto avviene per la carta di identità in formato cartaceo, non si procede più alla consegna immediata del documento.
La cie verrà inviata dal Ministero dell'Interno all'indirizzo di residenza o al Comune di Dolcé (a scelta del richiedente) entro 6 gg. lavorativi, tramite raccomandata.


Per ogni altro dubbio, informazione o problematica contattate l'ufficio.

N.B. Si avvisa che il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 c.d. “Cura Italia”, modificato dal D.L. n. 34 del 19/05/2020 coordinalto con la legge 77/2020,  al fine di evitare l’aggregazione di persone negli spazi degli uffici aperti al pubblico che non consentono di rispettare agevolmente una adeguata distanza interpersonale, con l’effetto di ridurre l’esposizione al rischio di contagio da COVID-19, ha previsto la proroga, al 31 dicembre 2020, della validità dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente al 17 marzo 2020.
 La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.


Ritorna alla pagina dei Servizi Demografici
torna all'inizio del contenuto